Condividi la pagina

Pietruccio Montalbetti, da più di cinquant'anni leader indiscusso dei Dik Dik, rivela il suo lato più intimo e sconosciuto. Da tempo, infatti, viaggia da solo, lasciandosi alle spalle gli impegni di lavoro, quelli familiari, la tecnologia e le comodità della vita quotidiana, per spingersi verso mete lontane, curioso degli angoli del mondo distanti dalla nostra civiltà, di cime che toccano il cielo. Questo è il racconto della sua scalata in solitaria sulla montagna più alta della catena delle Ande: l'Aconcagua. Ma a rendere ancora più preziosa questa narrazione così intensa c'è l'elemento anagrafico: nel 2011, quando Pietruccio intraprende il viaggio, ha 70 anni. E il numero sette è anche quello dei settemila metri dell'Aconcagua. In queste pagine si nascondono le domande che un uomo pone a se stesso sulle motivazioni più profonde della vita. Interrogativi che suonano forti nella mente quando la solitudine ti avvolge e la sfida è quella dei tuoi pensieri. Il cammino nella natura ostile e selvaggia diventa metafora del percorso della vita. Mentre racconta ciò che vede e sente - sulla pelle il vento freddo, il cuore in gola per la fatica e lo spettro della morte che segue ogni passo - Pietruccio guarda anche alla sua storia umana, alla ricerca di risposte a quell'inquietudine che spesso lo ha accompagnato. E forse una prima risposta è proprio nella grande bellezza che si mostra se la cerchi. Come una cima che si lascia accarezzare per una manciata di minuti.

Pietruccio Montalbetti è chitarra leader dei Dik Dik, storico gruppo pop-beat-rock italiano, che sarà in concerto al Naimaclub di Forlì venerdì 19 dicembre. Tra i loro grandi successi: Se rimani con me, Sognando la California, Senza luce, Il primo giorno di primavera, L’isola di Wight.

Cantante autrice e compositrice, Monica P ha imparato a scrivere e suonare in modo diverso, imprevedibile e slegato dalle convenzioni. Una maturazione avvenuta attraverso un lungo percorso fatto di viaggi in Inghilterra e nella West Coast degli Stati Uniti, insieme a una viscerale e continua ricerca del suono nella sua essenza più semplice e contemporanea. Indipendente e diretta, sempre alla ricerca del nuovo, prova a tradurre quel suo "noise" interiore - pulsante, quasi ossessivo - che non l’abbandona mai. Il suo essere se stessa e le sue emozioni si traducono nei suoi testi e nella sua musica, dove esprime anche il bisogno di slegarsi dalla logica della musica preconfezionata e da inutili estetismi vocali, allontanandosi dai clichet italiani tradizionali. Dopo diverse esperienze e collaborazioni che la portano dal reggae al lounge, dal blues all'elettronica, nel 2010 pubblica il suo primo album "A volte capita" per Dcave Records/CNI. Il lavoro, di stampo folk rock, viene accolto con deciso interesse dalla critica, attraverso un numero notevole di recensioni e interviste radiofoniche. Nel 2011 il suo brano "Libera" viene inserito nella compilation tutta al femminile "Female do it better", con nomi importanti del cantautorato italiano e internazionale. Nello stesso anno vince il Premio MEI Super Sound al Radio Flyweb Festival. Nel 2012 lo stesso MEI sceglie ancora una volta il brano “Libera” per "L'onda rosa indipendente", che dà voce alle migliori figure femminili emergenti in Italia, e la sua versione del brano “Carry me” compare nella compilation “Il rock è femmina” di Pirames International. Durante questi anni, Monica ha un’intensa attività live. Con la sua band suona in numerose piazze e club in tutta Italia, come La Casa 139(MI), Le Scimmie (MI), Mercati Generali (CT), Ratatoj (VC), Circolo Magnolia (MI) e partecipa ad alcuni festival e contest significativi come il MEI di Faenza, Reset Festival (TO), Premio Mia Martini (RC). Nel gennaio 2014 esce il suo nuovo album (TFrecords/IRD), dal titolo “Tutto Brucia”, prodotto da Antonio Gramentieri e Franco Naddei. Questo disco vede la collaborazione di musicisti di primo piano a livello internazionale (Sacri Cuori, JD Foster, Giovanni Ferrario, Vicki Brown) e un duetto con l'australiano Hugo Race (Nick Cave and the Bad Seeds), che per la prima volta canta in Italiano nel brano "Come un cane". Fin dall’uscita del nuovo disco appaiono gli apprezzamenti della critica e le recensioni di note riviste musicali. Il videoclip di “come un cane” compare sul web in esclusiva per RollingStone Italia e, successivamente, il videoclip del singolo "Io sono qui" esce per Panorama. Monica è attualmente al lavoro sul suo nuovo album. Restate lì, novità in arrivo!!!!

Posted by

Roberta

Roberta conduttrice radio inizia a condurre a Radio Nichelino RNC con il programma A Busta Chiusa fino al 1994, lasciando RNC inizia la sua conduzione di A Busta Chiusa con Danadio a Susa Onda Radio fino al 2013 quando a Danadio viene l'idea di creare una Web Radio chiamata Web Radio 63 iniziando cosi a condurre programmi di interviste e intrattenimento specialmente nel periodo Natalizio con il suo programma "Lo Spirito del Natale"

Pagina 8 di 8

Note Legali

PODCAST

Web Radio 63

Benvenuto nel fantastico mondo musicale di Web Radio 63, per noi il tuo giudizio è importante, se ti va seguici anche su Facebook per condividere insieme un mondo di musica.

TECNOLOGIA

Ultimi blog

Commenti recenti