Condividi la pagina

Bungaro In evidenza

Pubblicato in OSPITI
Posted by  Domenica, 07-04-2021
(0 Voti)
Bungaro Bungaro Bungaro

Bungaro è un cantautore elegante e un artigiano della musica che da oltre trent’anni scrive pagine importanti della musica italiana.

 

Nel 1988 esordisce al Festival di Sanremo con “Sarà forte”. Nel 1991 torna sul palco dell’Ariston in trio con Conidi e Di Bella con il brano “E noi qui”.

Nel 2004 con "Guardastelle” ha vinto il Premio Volare per la Miglior canzone al Festival di Sanremo. Nel 2009 esce “Arte”, Premio Lunezia nel 2010 come miglior disco. Nel 2015 partecipa all'iniziativa della rivista Musica Jazz in ricordo di Sergio Endrigo per il decennale della scomparsa, interpretando “Dal destino infortunato”, ultimo testo inedito di Sergio Endrigo musicato dallo stesso Bungaro.

Nel 2018 è al Festival di Sanremo con Ornella Vanoni e Pacifico con il brano “Imparare ad amarsi”, di cui è co-autore della musica e del testo, con cui ha vinto il Premio “Sergio Endrigo” per la migliore interpretazione e il Baglioni d’Oro per la miglior canzone.

Nel 2019 è stato nuovamente sul palco dell’Ariston, ospite, in duetto con Francesco Renga con il brano “Aspetto che torni” di cui è autore.

Nella sua carriera Bungaro ha ricevuto numerosi riconoscimenti: tra questi, oltre a 4 Premi della Critica al Festival di Sanremo e 2 Premi Musicultura, 3 Premi Lunezia (2004 "Guardastelle" – Bungaro "Valore Letterario dei Testi nelle Canzoni italiane", 2010 “Arte” – Bungaro “Miglior Disco””, 2017 “Maredentro” – Bungaro “Miglior Disco”). La sua musica è molto apprezzata anche da alcuni registi, tra cui Patrice Leconte. Ha firmato diverse colonne sonore di film di successo (tra le più recenti, “Perfetti sconosciuti”, che ha vinto il Ciak D’Oro e il Nastro D’Argento, ed è stato candidato ai David di Donatello per la migliore canzone originale); ha firmato la canzone “In Viaggio”, interpretata da Fiorella Mannoia, per il film documentario “I bambini sanno” di Walter Veltroni. Nel corso della sua carriera ha suonato con Jaques Morelenbaum (Brasile), Guinga (Brasile), Omar Sosa (Cuba), Ambrogio Sparagna, Ferruccio Spinetti, Joe Amoruso, Michele Ascolese.

Ha duettato con Alireza Ghorbani (Iran), Ivan Lins (Brasile), Youssou N’Dour (Senegal), Miùcha Buarque de Holanda (Brasile), Paula Morelembaum (Brasile), Ana Carolina (Brasile), Cesária Évora (Capo Verde), Kay McCarthy (Irlanda), Tinkara (Slovenia), Fiorella Mannoia, Ornella Vanoni, Tosca, Lucilla Galeazzi, Gianni Morandi, Neri Marcorè, Paola Cortellesi, Chiara Civello e Rocco Papaleo

Nel 2018-2019, Bungaro è stato impegnato nel tour in Italia e all’estero, con oltre 50 concerti, dove ha presentato dal vivo il suo ultimo progetto discografico: “Maredentro” (distribuito da Warner). Tra i maggiori successi del disco, la canzone “Perfetti Sconosciuti” e la cover in salentino de “L’ombelico del mondo” di Jovanotti, molto apprezzata da quest’ultimo.

Il 2020 è iniziato con tanti concerti... rinviati, ma durante la quarantena, ha condiviso con i suoi fans momenti in cui cantava canzoni sue e non, sorseggiando una tisana, ottenendo un ottimo successo con oltre 100.000 visualizzazioni. ​ Il 23 ottobre 2020, in occasione del centenario della nascita di Gianni Rodari, ha pubblicato un nuovo singolo, "Il cielo è di tutti", mettendo in musica una poesia del celebre scrittore.

Il 20 novembre ha pubblicato Appartenenza, EP di quattro brani che precede l’album di inediti, in uscita a breve.

 

La copertina del suo ultimo disco

BUNGARO DIGITAL

 

 

Da qualche giorno sta suonando nelle radio Zen feat. Saturnino, il secondo singolo che anticipa il nuovo disco. Un brano dal sapore decisamente originale accompagnato dal basso di Saturnino e con un Groove di marimba davvero esotico ed irresistibile. Completamente diverso il mood del singolo che lo ha preceduto ll Cielo è di Tutti feat. Fiorella Mannoia già in rotazione su 6 network nazionali ed oltre 50 emittenti: qui Bungaro mette in musica Rodari per interpretare la celebre filastrocca del pedagogista, tratta da Filastrocche in cielo e in terra (Torino, Einaudi 1960), insieme alla Mannoia dando vita ad un componimento più poetico.

Già dai primi due singoli possiamo farci un'idea della natura eclettica di questo raffinato cantautore, delle sue qualità assolute in fatto di scrittura e della portata artistica e musicale presente in ENTRONAUTA composto da ben 12 canzoni inedite.

Dalla malinconica ed introspettiva Anna Siamo Tutti Quanti al bellissimo omaggio per la grande regina del fado Amalia Rodrigues in Amalia, al ritmo vintage ed intrigante di Appartenenza. Un album ricco inoltre di molte citazioni con testi molto densi di significato.

Ti Tau è una ballata sostenuta in dialetto in cui si sprigiona tutta l'energia salentina ed è facile immaginarsi questa estate a ballare su quelle note danzanti. L’amore Che Serve risolve in un ritornello emozionato ed importante come le grandi canzoni d'autore e potrebbe risultare il vero evergreen di questo disco variopinto.

“Ci sono libri che ti aspettano e all'improvviso te li ritrovi tra le mani e davanti agli occhi. Entronauti di Scanziani è uno di questi. Gli entronauti sono persone alla continua ricerca dei loro continenti interiori.v E io in qualche maniera forse oggi più che mai, mi sento un entronauta delle mie canzoni. Ho voluto esplorare la parte più nascosta di me guardandomi dentro senza riserve e senza paure attraversando ogni parola, ogni suono e ogni nota di questo mio nuovo progetto nel silenzio e nel caos più totale.

Sono ritornato all'inizio camminando al contrario a cercare quel bambino che proiettava cieli sui soffitti e sognava di scrivere emozioni, e quante cadute dalla mia prima bicicletta verde, ma ricordo di più tutte le volte in cui mi sono rialzato. Ma la cosa più bella tra discese e salite è che questo disco e queste canzoni da dentro mi assomigliano completamente” BUNGARO

Tracklist:

Hanami In Primavera

Il Cielo È Di Tutti (Feat. Fiorella Mannoia)

Più Veloce Degli Altri

Come Le Viole A Fine Aprile (Feat. Carlo Di Francesco)

Ti Tau (Feat. Faraualla)

Anna Siamo Tutti Quanti L'amore Che Serve

Appartenenza (Feat. Raffaele Casarano)

Zen (Feat. Saturnino)

Occhi (Feat. Ninon Valder)

Amalia

Entronauta (Feat. Pino Insegno)

Perchè Entronauta?

Ci sono libri che ti aspettano e all’improvviso te li ritrovi tra le mani e davanti agli occhi. “Entronauti” di Scanziani è uno di questi. Gli entronauti sono persone alla continua ricerca dei loro continenti interiori. Ed io in qualche maniera forse oggi più che mai, mi sento un entronauta delle mie canzoni. Ho voluto esplorare la parte più nascosta di me guardandomi dentro senza riserve e senza paure attraversando ogni parola, ogni suono e ogni nota di questo mio nuovo progetto nel silenzio e nel caos più totale. Sono ritornato all’inizio camminando al contrario a cercare quel bambino che proiettava cieli sui soffitti e sognava di scrivere emozioni, e quante cadute dalla mia prima bicicletta verde, ma ricordo di più tutte le volte in cui mi sono rialzato. Ho ripreso fiato e ho continuato a volare come un missile. Era inevitabile, ma quella stanza dovevo riaprirla. 16 anni. La perdita. Mio padre non c’è più. Il mio primo schiaffo in faccia. La sofferenza. Ma solo oggi a distanza di anni posso confessarvi un segreto: la sofferenza è stata il mio più grande privilegio. La sofferenza è un grande superpotere che se siamo coraggiosi si può trasformare in amore. In questo viaggio ho imparato a convivere con il mio fuoco sacro, a farmi trascinare dall’immaginazione, dalla curiosità e dall’imprevedibilità che ancora oggi mi fa impazzire, mi diverte e mi disarma. Ho ritrovato e liberato le mie radici, il mio meraviglioso dialetto brindisino, il suono delle grandi orchestre, l’amore sempre più forte per il vibrafono, la marimba, il pianoforte, le percussioni e il contrabbasso. Quel potere magico e assoluto del favoloso mondo acustico. È successo di tutto e come per incanto alla fine del viaggio mi sono sentito in un bellissimo luna park. Ho imparato a cambiare nella mia testa i finali dei film quando erano troppo tristi. Ho immaginato un mondo coi cani che sanno parlare e chissà quante cose anche loro vorrebbero dire. A trasformarmi in un giardiniere di diamanti e di camelie. Ad alzarmi in piedi in prima fila davanti all’emozione. Ho capito che siamo vita degli altri, siamo vita di ognuno. E sempre più convinto che la morte, se tu vivi davvero non esiste. Ma la cosa più bella tra discese e salite è che questo disco e queste “canzoni da dentro” mi assomigliano completamente.

 

 

 Visita il sito ufficiale di TonyBungaro: Officialpage

 

Informazioni aggiuntive

  • Event Time: Martedì 13-07-2021 ore 12:30
  • Event Date: Martedì, 13 Luglio 2021
  • Event Location: Studio 1 Cambiano
Letto 273 volte Ultima modifica il Sabato, 17 Luglio 2021 09:23
Share »

Web Radio 63

Benvenuto nel fantastico mondo musicale di Web Radio 63, per noi il tuo giudizio è importante, se ti va seguici anche su Facebook per condividere insieme un mondo di musica.

TECNOLOGIA

paypal donazione1
              

Dirette esterne

 

BecomeACreatorpreneur 400

Commenti recenti

PALINSESTO


DLUNEDI'
NCOMENATURA

button NcomeNatura

Attenti Alle Due

button beppelante


MARTEDI'
MUSICA NO STOP

button Toni Mix

Bottone FrancaGiusti


MERCOLEDI'
UN'ORA D'AUTORE

Boton unoradautore

 button Nuove Entrate


GIOVEDI'
A BUSTA CHIUSA

button A BUSTA CHIUSA


VENERDI'
STYLO DJ

Botton StyloDJ


SABATO
DISCO DANCE

button DISCO DANCE

 


DOMENICA
MOTOWN

Sara Ienco 150x150


ASCOLTA
LA DIRETTA

 

Rimani Aggiornato

Ti invitiamo ad iscriverti, in maniera del tutto gratuita e libera, alle newsletter informative. Cliccando sul tasto sottostante "Iscriviti" potrai ricevere informazioni riguardanti le nostre attività. La nostra emittente Rispetta le norme GDPR (General Data Protection Regulation).
Registrati
Please wait

Note Legali

POLICY