Condividi la pagina

Allevamenti e rispetto per gli animali...non credo coesistano...mai...

Pubblicato in Blog
Posted by  Mercoledì, 11-13-2019
(0 Voti)

Per molti di voi sarà noioso e magari anche ripetitivo leggere da me un nuovo blog sugli animali o meglio sul rispetto degli animali che ormai non esiste più o forse non è mai esistito.

Mi spiace tediarvi e so che in Italia abbiamo magari (per voi) problemi più importanti da trattare (questo del rispetto per me è importantissimo per qualsiasi forma di vita, animali compresi) ma credo che la rabbia mi sia nuovamente tornata alla luce a causa della recente notizia della stalla-lager a Robecco d'Oglio , Cremona, dove, a seguito di un'indagine durata più di due mesi, è stato sequestrato un intero allevamento, costituito da oltre 800 bovini da latte. I poveri animali vivevano nel più totale degrado, nella sporcizia, tra le carcasse degli individui più deboli, che il titolare dell'azienda non faceva curare. Vitelli denutriti e il latte che poi veniva commercializzato in condizioni igieniche pessime, visto il grave quadro di violazioni igienico sanitarie accertato dai carabinieri di Noe e Nas. Ora dico a tutti coloro che continuano a sostenere che gli allevamenti italiani sono controllati e che le immagini violente e tristi che pubblico molte volte su facebook appartengono ad allevamenti intensivi magari di altri paesi meno civili,  aprite gli occhi e soprattutto fate mente locale su queste situazioni, perchè la carne che vi mangiate con tanto gusto e il latte (che ahimè purtroppo anche io bevo, ma sto valutando seriamente di smettere) ,proviene da allevamenti come questo o similari. Non esiste e torno a sottolineare e ad urlare a più non posso un allevamento etico, in cui gli animali sono trattati con dignità e rispetto, troppe sono le immagini cruente che ci arrivano quotidianamente da fonti autorevoli (di certo non me le invento io). La mucca Lilla della pubblicità o quella che pascola pulita e felice tra l'erbetta verde è appunto pubblicità ingannevole, idem dicasi per le trasmissioni che  accompagnano il pranzo della domenica in cui ci fanno vedere la pecorella che partorisce in diretta il bell'agnellino che subito viene affiancato alla madre e che il conduttore definisce con tanti vezzeggiativi carini, ma brutto coglione ,quelle due creature nel giro di pochi mesi saranno macellate e gustate dal tuo principale peccato capitale la gola e quindi di cosa stiamo parlando!!!!!!!??????? A me piace tantissimo mangiare ed essere vegetariana non preclude il gusto, ci sono innumerevoli piatti gustosissimi che nutrono e soddisfano il palato senza per forza mettere cadaveri nei nostri piatti e uccidere, per la nostra ingordigia, delle povere creature innocenti che non sono nate per soddisfare i nostri desideri ma sarebbero tutti indistintamente (maiali, mucche, capre, pecore, conigli, anatre, oche ecc.ecc.)animali da compagnia...

Letto 238 volte Ultima modifica il Mercoledì, 13 Novembre 2019 13:22
Share »

PODCAST

Web Radio 63

Benvenuto nel fantastico mondo musicale di Web Radio 63, per noi il tuo giudizio è importante, se ti va seguici anche su Facebook per condividere insieme un mondo di musica.

TECNOLOGIA


              

Commenti recenti

PROGRAMMI RADIO

  • LUNEDI' 17:00 IL SALOTTO DI BEPPELANTE

  •   button beppelante

  • MARTEDI' 18:00 TONI MIX 21:00   

  •  button Toni Mix

  • MERCOLEDI' 18.15 NUOVE ENTRATE

  •  button Nuove Entrate

  • GIOVEDI'  18:00 "A BUSTA CHIUSA" 

  • button A BUSTA CHIUSA

  • VENERDì   22:00 BLUES

  • button BLUES

  • SABATO  23:30 DISCO DANCE

  • button DISCO DANCE

  • DOMENICA 21:30 MOTOWN                                                                                                                                                            
  • button MOTOWN

     

 

Note Legali

POLICY

Rimani Aggiornato

Ti invitiamo ad iscriverti, in maniera del tutto gratuita e libera, alle newsletter informative. Cliccando sul tasto sottostante "Iscriviti" potrai ricevere informazioni riguardanti le nostre attività. La nostra emittente Rispetta le norme GDPR (General Data Protection Regulation).
Registrati
Please wait

 

 

 

L'aggiornamento di questo sito avviene in modo saltuario,non ha contenuti giornalistici e quindi non può essere considerato una testata giornalistica o un periodico o comunque un prodotto editoriale.