Condividi la pagina

Buzzy Lao

Pubblicato in Musica Italiana
Posted by  Venerdì, 03-13-2020
(0 Voti)

BUZZY LAO – HAYA (feat. Dargen D’Amico) Estratto da ‘UNIVERSO/RIFLESSO’ (INRI/Bunya Records) RELEASE DATE: 13 MARZO 2020

Haya è il quarto singolo estratto da Universo/Riflesso, il secondo disco del cantautore e bluesman torinese Buzzy Lao, uscito il 17 gennaio 2020 per INRI/Bunya Records. Il brano vede la partecipazione di Dargen D’amico, rapper milanese tra i più influenti della scena italiana dell’ultimo decennio. La sua scrittura particolare, e per certi versi lontana dai canoni standard dell’hip hop, si inserisce perfettamente nel viaggio esplorativo che Buzzy Lao compie in questo disco, partendo dalla ricerca di matrice blues per andare a scoprire e far incontrare mondi musicali lontanissimi. Il singolo è stato prodotto, come l’intero album, da Buzzy Lao insieme a Fabio Rizzo di INDIGO MUSIC (già al lavoro con Dimartino, Nicolò Carnesi, Eugenio in via di gioia) e masterizzato da Andrea Suriani a Alpha Dept Studios (Bologna). 

Il riff di chitarra è di stampo blues/afrobeat, frutto di una ricerca sonora influenzata dagli ascolti di cui si nutre l’autore (dal primo Ben Harper, passando per Pino Daniele fino ad arrivare a Fatoumata Diawara); anche la ritmica pesca dall’afrobeat e lo fonde con le metriche del rap. Il brano è ispirato ad una storia vera e tratta l’emancipazione femminile attraverso gli occhi di Haya, ragazza di origine marocchina che lotta contro i pregiudizi del mondo da cui scappa e da quello che dovrebbe essere pronta ad accoglierla.

Dargen D’Amico non ha bisogno di presentazioni ed è uno degli artisti italiani che più stimo e ammiro – racconta Buzzy Lao. Per me collaborare con la musica è la parte più vera di tutto questo percorso, perché vedi i tuoi confini e sei costretto ad aggiornarli. Ci siamo conosciuti anni fa quando seguivo in tour mio fratello Andrea Pula alla chitarra, e da allora non ci siamo mai più sentiti. Circa un anno fa ho scritto una canzone, e più la ascoltavo più mi suggeriva il suo nome, per il taglio dei suoi testi e la sensibilità con cui canta di certi argomenti. Così gliel’ho mandata spiegandogli perché avessi scelto proprio lui e cosa avevo in mente. Tempo due mesi e mi chiama al telefono: 'Facciamola!'. Così è nata HAYA, un brano ispirato da una storia vera che ospita il featuring di Dargen D'Amico. Dicono di Buzzy Lao e del suo disco La Stampa Un bluesman di ultima generazione Rockit Sforna canzoni di rara fattura per il nostro paese Rumore Un disco denso di idee e qualità, sia nella realizzazione che nelle intenzioni (...) che riesce a distinguersi con piacevolezza in un mare magnum cantautorale che gioca troppo spesso al ribasso.' // Una scrittura carica di empatia, grinta e spiritualità. Blow Up Un disco sognante. IL DISCO ‘UNIVERSO/RIFLESSO’ ‘Universo / Riflesso’, il nuovo disco del torinese Buzzy Lao, è un viaggio di otto tracce in cui l’artista ha voluto esplorare i confini opposti delle sue influenze musicali, partendo dalla ricerca ritmica e melodica di matrice blues, scavando a ritroso nel passato della tradizione africana (dove il blues è nato) passando per le sonorità più contemporanee con l’uso di synth ed effetti che conferiscono ad alcuni momenti un carattere più scuro e introspettivo.

Nel disco, prodotto da Buzzy Lao assieme a Fabio Rizzo (già al lavoro con Dimartino, Nicolò Carnesi, Eugenio in via di gioia), chitarre acustiche sfiorate appena si alternano a riff con il ‘Mojo’ del blues più tradizionale; ritmiche contemporanee vengono suonate con strumenti antichi; influenze ancestrali à-la Bombino e Hindi Zahra si combinano con sonorità introspettive in stile Bon Iver e Ben Howard: un’altalena di contrasti, la voce diventa strumento vero, a volte predominante, altre volte a fare da contorno. Il titolo Universo/Riflesso fa riferimento proprio all’attrazione di poli opposti il cui incontro genera un ibrido, così come ibrido è il processo di lavorazione del disco, a metà tra analogico e digitale. L’album vede anche la partecipazione di alcuni artisti come Alosi (Il Pan Del Diavolo) che ha contribuito alla scrittura di ‘Ombra’, Dargen D’Amico con il suo featuring nel brano Haya e l’artista napoletano Tartaglia Aneuro con voci e fiati nell’ultima traccia. L’art direction (foto, grafiche e artwork) è stata curata da Federico Toraldo: sulla cover un uomo solitario (lo stesso Buzzy Lao), sopra una collina rocciosa della Scala dei Turchi in Sicilia che dall’Europa guarda dritto verso il continente africano e riflette sul rapporto tra il suo mondo interiore e quello esterno come appunto in un universo davanti allo specchio, riflesso.

BIOGRAFIA – BUZZY LAO

Cantautore e chitarrista, Buzzy Lao unisce la scrittura in italiano a un’ispirazione che attinge a sonorità legate al mondo alternative, black e folk internazionali. Alberto Salerno, classe ‘87, torinese di nascita da genitori originari di un piccolo paese arbëreshë in Calabria, cresciuto musicalmente a Londra, torna a Torino nel 2016. Nello stesso anno firma con la INRI che pubblica il primo disco HULA, col quale ottiene ottimi riscontri (La Stampa lo definisce ‘un bluesman di ultima generazione’; di lui Rockit scrive che ‘sforna canzoni di rara fattura per il nostro paese’). La sua Weissenborn (chitarra resa famosa da artisti come Ben Harper, Xavier Rudd e John Butler), suonata insieme ad altre chitarre con un consistente uso dell’effettistica, fanno emergere anche la sua natura di performer che alterna momenti di grande energia sonora a passaggi acustici più intimi e delicati. All’album segue un tour di più di 100 concerti in tutta Italia, con aperture importanti, come quella ai Sigur Ros per gli iDays. Nel 2017 esce invece ‘Live at Jazz Club Torino’, disco registrato dal vivo durante la data nel capoluogo piemontese. Buzzy Lao è legato anche al mondo del Surf & Skate: di recente infatti è stato ospite, come special artist, dello Skate & Surf Film Festival di Milano. Nell’ottobre 2018 Buzzy Lao decide di trasferirsi a Palermo per un mese circa, il tempo necessario per completare la lavorazione del nuovo album. Ma il percorso si rivela più profondo del previsto e così, dai monti torinesi, si ritrova a vivere in Sicilia a lungo distaccandosi sempre più dal web, dai social e dal mondo esterno. Con il nuovo disco sarà quindi come ripartire da zero in una città dalla quale ci si è allontanati. L’album, che segna un potente cambio di rotta rispetto al precedente, è uscito il 24 gennaio 2020 per INRI/Bunya Records.

Letto 37 volte
Share »

PODCAST

PLAY TV WR 63

Archivio video

Web Radio 63

Benvenuto nel fantastico mondo musicale di Web Radio 63, per noi il tuo giudizio è importante, se ti va seguici anche su Facebook per condividere insieme un mondo di musica.

TECNOLOGIA


              

OLD VIDEOS

 

Commenti recenti

PALINSESTO


DLUNEDI'
NCOMENATURA

button NcomeNatura

button beppelante


MARTEDI'
TONY MIX

button Toni Mix


MERCOLEDI'
UN'ORA D'AUTORE

Boton unoradautore

 button Nuove Entrate


GIOVEDI'
A BUSTA CHIUSA

button A BUSTA CHIUSA


VENERDI'
STYLO DJ

Botton StyloDJ


SABATO
DISCO DANCE

button DISCO DANCE

 


DOMENICA
MOTOWN

Sara Ienco 150x150


ASCOLTA
LA DIRETTA

 

Rimani Aggiornato

Ti invitiamo ad iscriverti, in maniera del tutto gratuita e libera, alle newsletter informative. Cliccando sul tasto sottostante "Iscriviti" potrai ricevere informazioni riguardanti le nostre attività. La nostra emittente Rispetta le norme GDPR (General Data Protection Regulation).
Registrati
Please wait


PRODOTTO
EDITORIALE

  L'aggiornamento di questo sito avviene in modo saltuario,non ha contenuti giornalistici e quindi non può essere considerato una testata giornalistica o un periodico o comunque un prodotto editoriale.

 


 

 

Note Legali

POLICY