Condividi la pagina

Accuse e critiche infondate...

Pubblicato in Blog
Posted by  Venerdì, 06-22-2018
(0 Voti)

Ultimamente facebook e in generale i social network sono diventati un luogo di sfogo per depressi o rosiconi.

Da quando è entrato in carica il nuovo governo, governo di maggioranza, votato da cittadini e non messo lì ,come gli ultimi, da poteri forti, finanza e banche,non si perde occasione per criticarlo, per buttargli addosso letteralmente (scusate il termine un po' fortino ma d'effetto) palate di merda quotidiana. Ora per prima cosa invito i radical chic o pidioti di lasciare lavorare queste persone che finalmente, pensate non succedeva dal 1994, non hanno su di loro pendenti giudiziari e sono puliti. Abbiamo per la prima volta volti nuovi della politica italiana, finalmente non vedrò più le facce di Boldrini, Renzi, Gentiloni, Monti, Alfano, che hanno distrutto il nostro paese, hanno massacrato la classe media, il commercio, la piccola impresa. Finalmente abbiamo un governo  che cerca di tutelare i cittadini e potete darmi della populista, fin anche della fascista ma io sono contenta e spero che questi rosiconi infami la smettano con le loro critiche infondate. Questo governo sta cercando in ogni modo di riportare a galla un Paese, che io amo visceralmente, che era stato ridotto nel  peggiore dei modi. Per quanto riguarda la questione migranti sono in perfetta sintonia con la decisione presa dal ministro dell'interno di chiudere i porti alle ONG e questa non è una scelta razzista i veri razzisti sono coloro che speculano su queste persone, traghettandole verso lo sfruttamento (vedi campi di raccolta pomodori ) e di certo non dando a loro un futuro. Diciamolo chiaramente questo è solo un business per le cooperative, quindi bloccare queste navi e fare controlli per verificare una volta per tutte chi ci guadagna in tutto questo (non di certo uomini, donne e bambini traghettati). Enorme pena poi per coloro che difendono i rom, la maggior parte di loro sono delinquenti, un censimento andrebbe fatto soprattutto per tutelare i bambini rom che nell'80% dei casi non vengono mandati a scuola, non seguono l'iter scolastico in vigore nel nostro paese, ma vengono mandati fin dalla tenera età a delinquere, a prostituirsi, istruiti perciò al malaffare e di certo non aiutati ad integrarsi nel paese che li ospita. Per non tediarvi ulteriormente (tanto ci sarebbe da parlare) vi chiedo cortesemente di mettere per un attimo da parte le vostre ideologie (io nel corso del tempo ho votato per vari partiti perchè ho sempre premiato il programma che veniva presentato, le persone e non un simbolo) e ragionare con la vostra testa, analizzare i programmi, le proposte. Un grande insegnamento ci è stato dato da questa coalizione ,che di sicuro non è formata da partiti con la stessa radice e la stessa ideologia, l'insegnamento che per il bene del paese e dei propri cittadini si può fare un passo indietro, un passo di lato (e tanti ne sono stati fatti in quest'ultimo periodo) cercando punti in comune per riportare l'Italia a quel grande paese che è stato...

Letto 94 volte Ultima modifica il Venerdì, 22 Giugno 2018 08:56
Share »

Web Radio 63

Benvenuto nel fantastico mondo musicale di Web Radio 63, per noi il tuo giudizio è importante, se ti va seguici anche su Facebook per condividere insieme un mondo di musica.

TECNOLOGIA


              

Ultimi blog

Commenti recenti

PROGRAMMI RADIO

  • LUNEDI' 20:OO UN'ORA D'AUTORE

  • MARTEDI' 18:00 TONY MIX 21:00 JAZZ

  • MERCOLEDI' 18.15 NUOVE ENTRATE

  • GIOVEDI'  18:30 "A BUSTA CHIUSA"

  • VENERDì   22:00 BLUES

  • SABATO  23:30 DISCO DANCE

  • DOMENICA 21:30 MOTOWN

     

 

Note Legali

Rimani Aggiornato

Ti invitiamo ad iscriverti, in maniera del tutto gratuita e libera, alle newsletter informative. Cliccando sul tasto sottostante "Iscriviti" potrai ricevere informazioni riguardanti le nostre attività..
Registrati
Please wait

 

 

 

L'aggiornamento di questo sito avviene in modo saltuario,non ha contenuti giornalistici e quindi non può essere considerato una testata giornalistica o un periodico o comunque un prodotto editoriale.